ONLY WINE FESTIVAL, QUARTA EDIZIONE DEL SALONE DEDICATO ALLE PICCOLE CANTINE E AI GIOVANI PRODUTTORI DI VINO, A CITTA’ DI CASTELLO IL 22/23 APRILE 2017

Levento, organizzato in collaborazione con AIS Associazione Italiana Sommelier e patrocinato dal MIPAAF, ospiterà cento tra le migliori piccole cantine e giovani produttori italiani.

Ma spazio anche ai produttori stranieri, allwhisky e alla birra di qualità.

Tra le novità 2017, la presenza del Trento Doc con i suoi produttori e le degustazioni guidate, con la Lingua dei Segni.

Sabato 22 limperdibile cena-degustazione Only Wine Excellence che vede protagonisti il Miglior Sommelier del Mondo Luca Martini e lo Chef Hiroiko Shoda

http://www.onlywinefestival.it

 Torna per il quarto anno consecutivo a Città di Castello, il 22 e 23 aprile prossimo, Only Wine Festival, il primo salone dedicato ai giovani produttori e alle piccole cantine, organizzato da Fiera Show in collaborazione con AIS Associazione Italiana Sommelier, con il patrocinio del Ministero delle Politiche Agricole, la Regione dell’Umbria e del Comune di Città di Castello.

Ad essere protagoniste dell’edizione 2017 di Only Wine saranno, ancora una volta, le migliori 100 piccole cantine e i produttori under 40 italiani, selezionati da AIS Associazione Italiana Sommelier, con le loro produzioni.

Nelle prestigiose location del centro storico della cittadina tifernate troveranno spazio la Mostra mercato, nella quale saranno presenti tutte le 100 cantine selezionate, le sessioni di degustazione guidata a cura dei sommelier AIS (da questanno anche con traduzione in inglese e Lingua dei Segni) e le aree tematiche dedicate ai prodotti tipici della tavola, al Whisky e alla Birra artigianale, per abbinamenti e approfondimenti di gusto.

Ospiti delledizione 2017 saranno lo spumante metodo classico Trentodoc e una selezione di vini provenienti da tutta Europa, protagonisti della sezione Only Wine International.

Infine, spazio alla comunicazione del vino e alle opportunità commerciali, con gli esperti di settore, allo scopo di fare, ancora di più, di Only Wine un’occasione di visibilità e di promozione delle cantine partecipanti che, per le loro dimensioni o per la loro “giovane età”, spesso hanno difficoltà a farsi strada nel mercato non hanno visibilità adeguata alla qualità della loro produzione.

Annunci

ANCHE IL MOVIMENTO TURISMO DEL VINO DELL’UMBRIA SI “METTE IN MOTO” PER PROMUOVERE IL TERRITORIO REGIONALE A PARTIRE DAL VINO

In attesa della prossima edizione di Cantine Aperte, il 27 e 28 maggio, il Movimento Turismo del Vino si fa ambasciatore dell’Umbria del Vino, promuovendo la regione con la partecipazione sia all’evento L’Umbria si rimette in moto che al Vinitaly.

 Saranno creati anche speciali pacchetti enoturistici con tour operator di settore

Le nostre cantine socie non solo non hanno subito alcun danno dal terremoto dei mesi scorsi, ma sono sempre state attive e pronte all’accoglienza che ci contraddistingue –ha detto Filippo Antonelli, Presidente del Movimento Turismo del Vino Umbriaper questo, nel 2017, non solo garantiremo il tradizionale calendario di appuntamenti in cantina in ogni stagione, ma abbiamo deciso di anticipare l’apertura della stagione con due appuntamenti che ci vedranno convinti protagonisti della valorizzazione e promozione dell’Umbria, a partire da una delle sue eccellenze più conosciute, il vino.”

In attesa, dunque, dei tradizionali appuntamenti firmati da MTV Umbria, quali, in primavera, Cantine Aperte (27/28 maggio), in estate Calici di stelle, nel mese di agosto, in autunno con Cantine Aperte in vendemmia a settembre, Cantine Aperte for Wedding a ottobre e Cantine Aperte a San Martino a novembre e, per finire, Cantine Aperte a Natale nel mese di dicembre, quest’anno il Movimento Turismo del Vino parteciperà il prossimo 25 e 26 marzo all’evento l’Umbria si rimette in moto, di cui è capofila il Comune di Assisi.

Contraddistinte dall’accoglienza di sempre, le Cantine in MOvimenTO apriranno le loro porte domenica 26 marzo, per offrire una sosta ai motociclisti che visiteranno la regione in quella giornata, all’insegna del gusto e del relax a contatto con la natura.

Nelle cantine aderenti sarà, dunque, possibile effettuare visite guidate in cantina e ai vigneti, degustazioni di vini e prodotti tipici, fermarsi per un pranzo a km0 e godere di particolari iniziative commerciali, create ad hoc per l’occasione.

Sempre attento alla salute e alla sicurezza, il Movimento Turismo del Vino coglierà l’occasione per promuovere il bere consapevole tra i visitatori.

L’iniziativa gode anche del patrocinio morale del Movimento Turismo del Vino Italia, che ha sede a Foligno e che si farà, anch’esso, portavoce della ripresa turistica dell’Umbria.

Subito dopo il Movimento Turismo del Vino, insieme alle Strade del Vino e dell’Olio dell’Umbria sarà al Vinitaly, dal 9 al 12 aprile, nell’ambito dello spazio Umbria. Spetterà proprio ai soggetti che dell’accoglienza in cantina e della promozione enoturistica del territorio regionale hanno fatto la loro ragion d’essere il compito di gestire l’accoglienza nello spazio dell’Umbria del Vino, promuovendo pacchetti enoturistici, presentando l’offerta locale e progetti a tema, nonché recependo richieste e input specifici che dovessero pervenire dagli operatori e dai visitatori del salone veronese.

Occasione di punta per la valorizzazione del territorio regionale sarà comunque, la prossima edizione di Cantine Aperte, in programma come ogni anno per l’ultimo weekend di maggio. Tema del 2017 sarà l’invito alla vacanza open air, in un felice connubio con il vino e le proposte enoturistiche annuali delle cantine socie, che quest’anno, il 27 e 28 maggio troveranno la massima espressione con appuntamenti ed iniziative ad hoc.

Quest’anno, oltre ai tradizionali pacchetti enoturistici ideati e promossi da MTV Umbria in collaborazione con le Strade del Vino e dell’Olio dell’Umbria –ha spiegato Gioia Bacoccoli, coordinatrice dell’associazioneabbiamo stretto altre partnership con tour operator specializzati, come Montefalco Wine, per la promozione di una vera e propria MTV Experience dedicata all’area di Montefalco e del suo prezioso vino, con l’idea poi di estendere il format a tutta la regione.”

Tra le tante novità della prossima edizione di Cantine Aperte, infine, il Movimento Turismo dl Vino della regione supporta e promuove anche l’iniziativa Porte Aperte al Trasimeno, che nei giorni del 26, 27 e 28 maggio prossimo offre soggiorni gratuiti di 2 giorni nelle strutture ricettive del lago (prenotabili dal 1° maggio) per tutti coloro che vorranno trascorrere un week end tra percorsi storico-culturali, tour enogastronomici, mercatini e attività all’aria aperta.

Tutte le info sul sito www.mtvumbria.it o sulla pagina facebook Movimento Turismo dll’Umbria

A Perugia il Festival dei Cibi di Strada

I Giardini del Frontone di Perugia dal 26 al 29 maggio tornano ad ospitare, per il secondo anno consecutivo, il festival dello Street Food, cibi da strada preparati al momento, provenienti dalle regioni italiane, ma anche da altri paesi del mondo. Un’occasione di piacere per il palato, ma anche di socializzazione e di integrazione di culture e tradizioni.
Il contesto è uno dei più suggestivi del capoluogo umbro: gli storici giardini del quartiere di Borgo XX Giugno (il “Borgo Bello”), ai piedi della basilica di San Pietro, dove dalla mattina a mezzanotte i visitatori potranno scegliere di deliziarsi con picanha brasiliana, asado argentino, paella spagnola, cucina austriaca, hamburger di angus americano e inoltre, dalle regioni italiane, gnocco fritto e salumi emiliani, arrosticini e ceppe rosse abruzzesi, olive e fritti ascolani, panzerotti, pasticciotti, bombette pugliesi, pani c’a meusa e altre specialità della cucina siciliana, pizza cotta nel forno a legna, crêpes, pancake e altri dolci tipici. Il bar proporrà anche selezionate birre artigianali e sangria.
“Nel 2015 il successo dell’appuntamento –ha detto l’Assessore al Commercio, artigianato e mobilità del Comune di Perugia Cristiana Casaioli- è stato significativo, con 50.000 presenze di cui non ha beneficiato solo l’evento, ma tutta l’area del centro limitrofa al Frontone.” Ciò che è importante, secondo l’assessore, è il fatto che il cibo di strada diventa anche strumento di valorizzazione della cultura dei paesi da cui proviene, grazie ad un evento che è pensato per tutti, dalla famiglia ai giovani, con iniziative collaterali che completano l’offerta enogastronomica.
“La grande novità di quest’anno è Eve Street Food Gourmet, -dice Cristiana Mariani- un progetto che accompagnerà i nostri eventi con cibo da strada di altissima qualità interpretato e preparato da rinomati chef: il primo è umbro, Vittorio Ottavi di Ottavi Mare a Bevagna, che a Perugia preparerà il panino al nero di seppia con salmone, guacamole e burrata e il cartoccio con calamaretti fritti”.
Tra lezioni gratuite di fitness all’aria aperta con lo staff di Virgin Active Perugia, Instagram photo contest e passeggiate nel borgo, nella nuova area ristoro, allestita con tavoli e sedute, sarà possibile anche fare una pausa, degustando con calma le prelibatezze proposte negli stand. Per i bambini ogni giorno animazioni con Frozen, trucca bimbi, baby dance e due ospiti d’eccezione come il ventriloquo Nicola Pesaresi e il mago Dudi. E per gli appassionati di musica appuntamento ogni sera dalle ore 21 circa con alcune delle più interessanti band del panorama musicale perugino, Deeradio, Supernova, Sex Mutants e White Rose e con la Compagnia OLBC che sabato alle ore 19,30 proporrà un emozionante medley dei musical più famosi di tutti i tempi… Inoltre, tutti coloro che nei giorni dell’evento avranno consegnato all’Info Point la cartolina con allegato lo scontrino delle loro consumazioni potrebbero aggiudicarsi una delle tre vacanze a sorpresa messe in palio nell’ambito del concorso targato Street Food Perugia. L’estrazione delle cartoline è in programma domenica sera.
“Non si tratta, insomma, di creare solo un’occasione per mangiar bene – dicono gli organizzatori Francesco D’Arcangelo e Cristiana Mariani – ma per conoscere, socializzare e divertirsi animando le strade e le piazze, là dove si svolge la vita reale e dove si trasmettono e si contaminano le tradizioni e le culture, in una città come Perugia che, sempre più multiculturale ed europea, ha una lunga storia legata al cibo di strada, dalla torta al testo al panino con la porchetta”. Street Food Perugia propone un vero e proprio viaggio tra sapori tipici, sconosciuti o da riscoprire, dove cercare uno dei più significativi e immediati strumenti di conoscenza e di integrazione di valori culturali e identitari delle nostre regioni e dei popoli della terra.